Il Forum dei Giovani Consulenti Finanziari

broker-assicurativo

Questo forum permanente è a disposizione di tutti i giovani promotori che hanno superato la prova di idoneità per l’iscrizione all’Albo che hanno intenzione di iniziare ad esercitare l’attività professionale in autonomia.

E’ possibile scambiare qui informazioni relative proprio all’inizio e allo svolgimento dell’attività, le vostre opinioni sulla professione.

Invitiamo tutti a contribuire con le vostre idee e la vostra esperienza.

Pubblicità

361 pensieri su “Il Forum dei Giovani Consulenti Finanziari

  1. Paolo

    Buonasera a tutti,
    Sono nuovo del forum ed ero intenzionato a sostenere l’esame OCF.
    La domanda che mi sorge è questa.
    Questa certificazione quanto curriculum fa? Nel senso viene presa parecchio in considerazione dalle aziende mentre analizzano i CV?
    Grazie

      1. Paolo

        Ero intenzionato a cercare un lavoro in una mandante tipo Mediolanum, Fideuram, Fineco… Ho sentito diverse persone dirmi che l’iscrizione all’albo OCF conta molto per queste società. Grazie

      2. Salve Paolo,
        per lavorare come Consulente Finanziario, DEVI essere iscritto all’Albo.
        Alcune realtà ti “accompagnano” in questo percorso ma se hai già la certificazione “in tasca” risparmiate tempo in due.
        L’alternativa è la Banca (che personalmente sconsiglio).

        Altro aspetto che dovresti approfondire è “quale società scegliere”, nel senso che non sono tutte uguali, ma dovrei prima capire le tue esperienze professionali.

        Buona Giornata

  2. Andrea

    Buongiorno,
    Una domanda sull’istruzione all’albo unico dei consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede. Una volta iscritto non mi è chiaro se bisogna obbligatoriamente sostenere i corsi di aggiornamento professionali. Se si quali sono e chi li tiene? Questi aggiornamenti sono dovuti anche per chi è iscritto all’albo senza praticare l’attivita’?
    Grazie

  3. Michele Melloni

    Buongiorno,

    Volevo gentilmente sapere se per esercitare la professione di consulente finanziario indipendente fosse sufficiente la laurea triennale di economia e il superamento dell’esame OCF, con conseguente iscrizione all’abo.
    Ringrazio per la risposta e per la disponibilità.

    Cordialmente,
    Michele Melloni

    1. Giulio Cianchi

      È assolutamente sufficiente, e le realtà bancarie assumono giovani con una certa frequenza, con piano di retribuzione fissa per un certo periodo. Il consiglio principale è quello di scegliere, se possibile, una realtà che ti supporti realmente nella crescita. Il mondo della consulenza richiede, soprattutto all’inizio, tanta dedizione e se non ben supportato c’è il rischio di perdersi.

      1. Michele Melloni

        La ringrazio per la risposta signor Cianchi.
        Inizierò a studiare per l’esame, spero di essere pronto per le sessioni del 2023. Ho 30 anni e non sono più giovanissimo, spero non sia troppo tardi.

        Cordialmente,
        Michele Melloni

      2. Giulio Cianchi

        Di niente, è un piacere. Io sono entrato a 31 anni e considerato che la media di età dei consulenti è ben oltre i 50 anni sei ancora un giovincello. In bocca al lupo per l’esame

    2. Federico

      Buonasera una domanda per affrontare l’esame di consulente finanziario potrei acquistare il manuale Alpha test del consulente finanziario edizione 2019/2020 ??? Perché ho trovato a metà prezzo. Ci sono tante modifiche rispetto a quello del 2022? Grazie.

      1. Salve Federico,

        non è cambiato il mondo (qualcosa sì) ma, parere personale, sarebbe sempre opportuno poter studiare su materiale aggiornato.
        Non considerarla come una spesa ma come un Investimento (per rimanere in tema).

        Ricorda che questo è solo l’inizio di questa professione che, vedrai, ti obbliga (se la vuoi fare bene) ad una formazione continua (e non solo quella prevista dalla normativa).

        Tu affideresti i tuoi soldi a qualcuno che non investe sulla sua formazione?

        Poi, se si vuole risparmiare, va bene, farai qualche test in più 😄

        Buona Giornata

  4. Federico Colbertaldo

    Buongiorno a tutti,
    avrei una domanda da porvi: che programma (software) utilizzate per gestire i clienti ed i rispettivi portafogli? Ne avete provati più di uno? Vi ritenete soddisfatti da loro uso?

    1. Salve Federico,

      qualche collega utilizza software esterni ma generalmente ci si appoggia alle piattaforme concesse dalla propria società di consulenza.

      Personalmente ho creato vari files che mi aiutano a gestire meglio i clienti ma, per quanto riguarda programmi particolari, utilizzo un software di un broker (ProRealTime) ma è molto tecnica (utile per l’analisi grafica, magari sull’Amministrato ecc.)

  5. Andrea

    Buongiorno, avrei qualche domanda burocratica legata alla consulenza indipendente. Come viene gestito il questionario MIFID2 dai consulenti autonomi ? esiste una forma standard da somministrare, dei software da utilizzare?

    1. Buongiorno Andrea,

      se ho capito la sua domanda, lei vorrebbe sapere come far sottoscrivere un questionario se non vi è una mandante.

      Credo che dovremmo fare un discorso più ampio, se per il questionario MIFID basta “copiare” le domande di qualche altra società, per tutto il resto il consulente indipendente dovrà appoggiarsi a società che possano fornire gli strumenti per lavorare. (Es. Simulazioni, corsi di aggiornamento ecc.).

      Purtroppo non le so dare una risposta specifica (non sono indipendente ma opero per una società indipendente), ma può facilmente trovare un consulente di questa categoria a cui chiedere.

      Buona Giornata

  6. Andrea G

    Ciao, ho 36 anni e vorrei diventare consulente finanziario. Guardando le offerte di lavoro delle banche, ho notato che mettono come età massima 32 anni. Non avendo esperienza e non rientrando nell’età, sono completamente senza speranze?

  7. Buona sera a tutti,
    sono attualmente in ballo tra alcune reti di consulenti le quali mi hanno fatto o stanno per farmi delle proposte di lavoro.
    Esiste una “chat” ove i consulenti o chi è nella mia situazione si scambiano informazioni sulle proprie esperienze?
    Ovviamente le persone con cui parlo mi dicono che la loro azienda è sempre la migliore ma mi piacerebbe avere qualche parere spassionato da parte di chi non ha ruoli manageriali e che mi dica “ho scelto la banca X perchè…. ho declinato la banca Y perchè…..”

    1. Salve Gianluca,

      non so se esistono chat o gruppi nel quale reperire informazioni (non ho mai fatto una ricerca a riguardo).

      L’unica cosa che posso fare, è raccontarti la mia esperienza.
      Lavoravo per un importante istituto bancario (filiale) e quando decisi di fare “il salto” mi rapportai con diverse realtà.

      La mia scelta fu dipesa da vari elementi; per esempio non prediligo istituti bancari ma anzi cercavo qualcosa di indipendente.
      Volevo avere la possibilità di collocare quello che ritenevo più opportuno, quindi non solo i fondi di casa ma anche case terze, amministrato ecc.
      Cercavo una realtà innovativa ed internazionale, dove trattare anche temi come il Private Equity, Venture Capital e che fosse al passo con i tempi.

      Potrei dilungarmi, ma sappi che tutte hanno sia pregi che difetti, per tale motivo credo che in prima battuta tu debba capire cosa ti aspetti e, non meno importante, che rapporto si instaura con il tuo manager (che, di solito, è colui che ti segue durante l’inserimento).

      Spero di esserti stato d’aiuto..

      Buona Serata

      1. Grazie mille. In realtà mi baso molto sulla persona con cui mi interfaccio volta per volta, ma mi sembrano tutti molto splendidi nel loro lavoro; nessuno mi ha ancora detto che si tratta di un percorso, per l’inizio, non facile. Per tutti il loro marchio apre tutte le porte….

      2. Cercavo un posto dove poter fare il consulente senza più dover piazzare fuffa perché la piramide sopra di me fa campagne commerciali a favore proprio e a scapito del cliente.
        Per questo volevo dei pareri da arte di altri soggetti consulenti

      3. Questo è un punto che puoi evidenziare in fase di selezione.

        Sicuramente operare per una realtà bancaria non ti renderà tanto “più libero” rispetto a prima (anche se sei a partita iva) perché vi saranno alcuni strumenti più remunerativi di altri e questo potrebbe condizionarti.

        Se già gestisci un portafoglio clienti, dovresti anche valutare se ti seguiranno o meno in base alla società che sceglierai.

  8. federico

    buongiorno vorrei un aiuto per iscrivermi all’albo. Ho da pochi giorni superato l’esame e ho fatto l’iscrizione di 2 livello e ora dovrei iscrivermi all’albo. Poiché lavoro in banca ma con altra mansione avrei 2 domande da fare.
    1) Mi devo iscrivere come consulente finanziario abilitato?
    2) Nella parte che dice dove conservare la documentazione prodotta per i clienti devo indicare l’indirizzo di casa dato che non esercito attualmente per il mio istituto di credito?
    Grazie

    1. Salve Federico, le rispondo per punti.

      1- lei ha superato la prova ma non è obbligato ad iscriversi. Le consiglierei di valutare bene questo aspetto in quanto, l’iscrizione, ha un costo (oltre al rinnovo tutti gli anni) e quindi potrebbe avere senso attendere di capire per chi andrà ad operare (es. se cin la Banca dove è dipendente, il costo dovrebbe essere a carico loro). Però sì, può farlo.
      2- indirizzo di casa fino a quando non avrà una “mandante”

      Buona Giornata

      1. Federico

        Grazie molto per la risposta. L’iscrizione all’albo come consulente finanziario abilitato all’offerta fuori sede quanto costa? Perché dal sito sembra aumentata a 316 euro! Mentre l’anno scorso era 184 euro! O sbaglio?

      2. Salve,
        sinceramente non ricordo cos’ho pagato la prima volta, ma sicuramente un importo superiore ai rinnovo.
        Il rinnovo è di 185 euro annuali (mi pare, vado a memoria).
        Buona Giornata

  9. Federico Mori

    Buongiorno avrei una domanda a cui non riesco a trovare risposta sul web. Una volta superato l’esame di consulente finanziario e successiva iscrizione al secondo livello ho proceduto alla richiesta per l’iscrizione all’albo con tanto di PEC, firma digitale e ricevute di pagamento delle tasse di concessione governativa. Come si fa a sapere se e quando siamo iscritti all’albo? Arriva una email alla PEC? Quanto tempo deve passare eventualmente?
    Grazie.

    1. Damiano

      Buonasera,
      sono un neolaureato in giurisprudenza ed ho da poco superato l’esame per l’iscrizione all’albo unico dei consulenti finanziari.
      Ora ho intenzione di intraprendere il percorso della consulenza finanziaria indipendente. Ho così inviato un’autocandidatura alle quattro società di consulenza della mia città ma finora non ho ricevuto alcuna risposta.
      Quali sono i prossimi passi?
      Grazie

  10. Vito

    Buonasera,

    ho appena concluso l’iter di presentazione della domanda per l’iscrizione all’albo dei consulenti finanziari autonomi abilitati all’offerta fuori sede.

    Ora quanto tempo è necessario attendere prima di un riscontro? e in che forma avverrà quest’ultimo.

    A livello di documentazione vi è il contributo di iscrizione di € 219,51.
    Vi è altro da fare/pagare? leggevo di una tassa di concessione governativa, è necessaria anche sulla prima iscrizione o è compresa nella cifra di cui sopra?

    Grazie in anticipo per la risposta

  11. Giovanni

    Buongiorno colleghi,
    in qualità di consulente finanziario autonomo si ha obbligo formativo per un totale di 30 ore annue e attestare ad OCF l’esito positivo della formazione.
    Qualcuno di voi sa darmi indicazioni/orientamenti su chi eroga questa formazione? Ho provato a contattare telefonicamente ABI formazione, ma è praticamente impossibile parlarci.
    Grazie a chi potrà contribuire con la propria esperienza a queste tematica.
    Un saluto,
    Giovanni

      1. Giovanni

        Ciao Federico,
        riporto l’estratto dell’art. 164 Reg. Intermediari. Indicazioni di massima, presumo sia necessario trovare qualcosa che sia conforme alle istruzioni. Se qualcuno sa qualcosa… ben venga!

        “A tal fine, i consulenti finanziari autonomi di cui al comma 1 partecipano, almeno ogni dodici mesi, a corsi di formazione della durata complessiva di almeno trenta ore, tenuti da soggetti con esperienza almeno quinquennale nel settore della formazione in materie economiche, finanziarie, tecniche e giuridiche, rilevanti nella prestazione del servizio di consulenza in materia di investimenti. I corsi di aggiornamento professionale devono concludersi con lo svolgimento di un test di verifica delle conoscenze acquisite all’esito positivo del quale è rilasciato un attestato comprovante il conseguimento dell’aggiornamento professionale.”

      2. Federico Mori

        Buonasera non ho capito se queste 30 ore di formazione si trovano sul sito OCF oppure se dobbiamo frequentare un corso a pagamento. Non esiste un corso di formazione gratuito? Già si paga la quota annuale se poi bisogna pagare anche la formazione annuale! Non sono sufficienti i corsi di formazione che si fanno in banca dato che io sono un impiegato bancario?
        Grazie per l’eventuale risposta.

  12. Al

    Buongiorno,

    ho domanda tecnica. Poniamo il caso che voglia tenermi aperta l’opzione di fare il consulente finanziario, ma che non pianifichi di iniziare la professione immediatamente. E’ possibile sostenere l’esame di abilitazione e poi differire l’iscrizione all’albo? Sarebbe parecchio sconveniente pagare la quota di iscrizione annuale senza esercitare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...